L'Ascoli si prepara alla difficile trasferta di Venezia contro l'ex Zanetti. Un impegno sulla carta complicato ma che, visto dall'altra parte della medaglia, sembra arrivare al momento giusto per la truppa bianconera. L'Ascoli infatti è chiamato alla reazione dopo una settimana concitata. Bertotto alla fine è rimasto in panchina, ma dopo il match contro l'Entella era stato praticamente esonerato, almeno a parole, da Pulcinelli. Il numero uno bianconero è tornato sui suoi passi confermando quindi Bertotto alla guida della squadra.

Adesso toccherà proprio all'allenatore e ai giocatori ripagare la fiducia della società. L'Ascoli è chiamato a fare risultato, anche se la trasferta potrebbe essere proibitiva. Niente alibi però, l'Ascoli non può permettersi ulteriori passi falsi e contro i lagunari si dovrà tentare di strappare i tre punti. Non sarà facile, sia per la forza dell'avversario che per le lacune che l'Ascoli sta mostrando in questa stagione.

L'attacco per esempio, è il reparto in maggiore sofferenza. Si fa molta fatica a segnare e per questo motivo Bertotto potrebbe cambiare di nuovo i suoi. Bajic dovrebbe tornare in campo dall'inizio dopo essere partito dalla panchina contro l'Entella. Al suo fianco Chiricò. Potrebbe essere la parita per entrambi. Da una parte Chiricò, che può dare quell'imprevedibilità che manca alla squadra e dall'altra Bajic, giocatore finalizzatore di quello che speriamo possa essere un gioco chiaro e fluido da parte della squadra.

Bertotto quindi cambia ancora, con la speranza che l'Ascoli possa tornare a segnare e a vincere.

Sezione: Primo Piano / Data: Ven 27 novembre 2020 alle 10:00
Autore: Redazione TuttoAscoliCalcio / Twitter: @TuttoAscoli
Vedi letture
Print