Nel suo momento migliore l'Ascoli è costretto a fermarsi per i problemi relativi al Covid-19. Diversi i casi riscontrati in B, soprattutto in casa Pescara, che hanno spinto la Lega e la maggior parte delle società della cadetteria a decidere per la sospensione per garantire la massima regolarità del campionato. Tutte le partite infatti si giocheranno in contemporanea alle 14. Una decisione giusta, ma sull'orario scelto ci sarebbe molto da ridire. In un momento in cui i tifosi non possono nemmeno andare allo stadio, piazzare i match alle 14 non fa altro che penalizzare gli spettatori, non solo dell'Ascoli, ma di tutte le squadre. 

Fatto sta che tutto è stato deciso: le ultime partite si giocheranno tutte alle 14. L'Ascoli si prepara ad affrontare questo rush finale forte di una classifica nettamente migliorata e con la speranza di ripartire subito contro l'Empoli con il piede giusto. Spezzare un periodo cosi positivo infatti potrebbe riservare brutte sorprese ai bianconeri. L'Ascoli stava viaggiando sulle ali dell'entusiasmo sia per le buone prestazioni che per i punti che aveva ottenuto tanto che, se il campionato finisse ora, il Picchio sarebbe salvo.

Chiaramente Sottil ed il suo staff stanno lavorando per conservare la brillantezza della squadra cosi che, contro l'Empoli, i bianconeri possano ripartire con il piede giusto. I timori chiaramente restano, ma questa squadra ha dimostrato di potersela giocare con tutti e cosi sarà fino alla fine. 

Sezione: Primo Piano / Data: Ven 23 aprile 2021 alle 09:00
Autore: Redazione TuttoAscoliCalcio / Twitter: @TuttoAscoli
Vedi letture
Print