Tra i protagonisti dell'impresa dell'Ascoli c'è anche Raffaele Pucino, spesso criticato, ma lui non ha mai mollato, in silenzio ha sempre lottato con la squadra, ha fatto gruppo soprattutto nei momenti di difficoltà, lui che con Riccardo Brosco e gli altri della passata stagione conosceva l'ambiente. Pucino era uno dei più esperti, ha anche indossato la fascia di capitano, quando non c'era Brosco, nonostante fosse a scadenza di contratto ha anche giocato le ultime gare con un problema alla spalla, stringendo i denti, per non lasciare soli i compagni, ha voluto lottare insieme a loro. In quel pianto liberatorio al termine dell'ultima battaglia vinta contro il Cittadella è racchiusa tutta la sua esperienza bianconera e forse anche il suo futuro. 

Sezione: News / Data: Ven 14 maggio 2021 alle 09:00 / Fonte: Corriere Adriatico
Autore: Redazione TuttoAscoliCalcio / Twitter: @TuttoAscoli
Vedi letture
Print