Leali 6 - Combina una mezza frittata regalando di fatto una punizione a due in area di rigore, ma il retropassaggio di Pucino era da brivido. Non può nulla sul tap-in di Mazzocchi, provvidenziale nel finale con un paio di uscite molto coraggiose.

Pucino 5 - In affanno su Kirwan, sbaglia il tempo dell'intervento in un paio di occasioni e per poco non inguaia il suo portiere con un retropassaggio troppo morbido. Va meglio nella ripresa, salvo essere bruciato da Kargbo in occasione del gol che ribalta l'andamento del match.

Brosco 6,5 - Padrone assoluto sui palloni alti, gli avversari preferiscono girare al largo per provare ad impensierire la retroguardia. In affanno nel finale, ma tutta la squadra patisce gli ultimi minuti di gioco.

Spendlhofer 6,5 - Prestazione solida e di spessore del centrale austriaco che non si fa mai saltare dal diretto avversario, dando solidità all'intero reparto.

Kragl 7 - Si mette in mostra per una partita tatticamente perfetta: limita le sortite offensive ma in fase di marcatura è praticamente insuperabile, raddoppiando in maniera provvidenziale i tagli degli avversari verso l'area.

Cavion 6 - Leggermente in ombra rispetto ai compagni di reparto, partecipa attivamente alla manovra nella fase iniziale e contribuisce a tenere alto il ritmo. Sale in cattedra nella ripresa sbagliando però una serie di passaggi fondamentali negli ultimi venti metri.

Šarić 6,5 - Imprescindibile per il gioco di Bertotto, detta i tempi in maniera superba, evitando spesso il pressing degli avversari creando la superiorità numerica. Sfiora due volte il terzo gol. (Dal 63' Gerbo 6 - Fa valere la sua presenza soprattutto nei minuti finali, quando catalizza ogni pallone sporco portando spesso gli avversari a commettere fallo).

Sabiri 7,5 - Un vero e proprio show del centrocampista tedesco: percussione alla "Kaka" in occasione del calcio di rigore che si procura e trasforma per il gol del vantaggio. Giocate d'alta scuola per tutto l'arco della partita, gli avverasari non riescono lontanamente a stargli dietro. (Dal 56' Tupta 5,5 - Passano pochi secondi dal suo ingresso e per poco non mette in ghiaccio la partita con una rasoiata ben respinta da Cerofolini. Sembra il preludio a uno spezzone da protagonista, ma invece finisce per eclissarsi partecipando di rado alla manovra).

Chiricò 6,5 - Leggermente sottotono rispetto alle ultime uscite, nella prima frazione non prova mai a saltare l'uomo e calcia raramente verso la porta. Si infiamma nella ripresa diventando a tratti imprendibile, il palo gli nega la gioia personale.

Bajic 7 - Partita a tutto tondo dell'attaccante bosniaco: sponde, difesa del pallone, partecipazione alla manovra e gol da attaccante di razza. Meritata la standing-ovation del "Del Duca" al momento della sua uscita. (Dall' 84' Donis s.v.).

Pierini 6 - Tiene bassissimo Libutti, con Kragl padrone assoluto della fascia sinistra. Lascia le luci dei riflettori ai compagni, ma il suo apporto è più che sufficiente. (Dal 63' Cangiano 6 - Entra bene in campo, fa viaggiare veloce la palla eludendo il pressing nel momento di maggior pressione dell'avversario).

Sezione: News / Data: Mer 21 ottobre 2020 alle 19:00 / Fonte: Tuttomercatoweb.com
Autore: Redazione TuttoAscoliCalcio / Twitter: @TuttoAscoli
Vedi letture
Print