Leali 7: Provvidenziale prima con una parata su una violenta conclusione di Carretta, poi con un prodigio di reattività su Baez. Dopo un periodo di appannamento, stasera è tornato il giocatore ammirato nel girone d'andata.

Ferigra 6.5: Nel primo tempo è compagno di viaggio del brivido con un paio di lisci che fanno tremare i polsi dei supporters bianconeri. Nella ripresa si riscatta con una prova attenta e gagliarda. 

Brosco 7: I giocatori importanti si vedono nelle circostanze che contano. Brosco alza il muro e spazza di testa e di piede qualsiasi velleità offensiva dei calabresi.

Ranieri 6.5: Un paio di indecisioni nella prima frazione cancellate dalla solita grande dedizione nella ripresa. Bene Ranieri, uomo in piu della retroguardia bianconera.

Padoin 6.5: Torna in fascia e disputa una gara attenta, senza fronzoli e sbavature, e non disdegnando alcune sortite offensive pregevoli.

Cavion 6: Gara attenta e ordinata in fase difensiva. Sbaglia qualche appoggio di troppo nei momenti in cui si riconquista la sfera. Però va bene cosi.

Brlek 6: Nel primo tempo è abulico e avulso dal gioco, lui che il gioco dovrebbe imbastirlo. Nella ripresa è piu ordinato e sbaglia meno. Bene anche in fase di contrasto.

Sernicola 7: Altra prestazione importante del terzino ex Entella che dimostra quanto sia importante per un giovane prendere fiducia e giocare. Sbroglia diverse matasse nella sua zona di competenza.

Morosini 6.5: Va a strappi, ma quando si accende sono dolori per la macchinosa retroguardia rossoblu.

Ninkovic 7.5: Decisamente il migliore dei suoi per generosità e qualità. Va a coprire, impostare da dietro e rifinire con un assist al bacio. Irrinunciabile.

Scamacca 6.5: Ha due palle giocabili, una la spreca e una la segna. Paradossalmente nella gara in cui sembrava giocare meno bene che in passato. Esce per un problema alla coscia.

Trotta 6: Entra bene in partita aiutando la squadra a tener su palla. Spreca anche un buon contropiede.

Petrucci 6.5: Entra in campo quando i ritmi sono bassi e si dimostra ancora maestro nel palleggiare nella fase finale del match. Utile nel congelare il match.

Eramo sv

Pinto sv

All. Dionigi 8: E' assolutamente il suo capolavoro. Primo tempo di contenimento, sapendo che 90 minuti di assalto non li reggerebbe nessuno in questo momento. Ripresa in cui la squadra è uscita fuori alla grande. Ha ridato autostima al gruppo e soprattutto ha capito che non è certo tempo di ghirigori ma di andare sul concreto. E lo ha fatto recepire alla squadra.

Sezione: Pagelle / Data: Ven 03 luglio 2020 alle 23:28
Autore: Manuel Fioravanti
Vedi letture
Print